Pitagora, nelle proprie scelte di investimento per la costruzione di una rete capillare di presenze sul territorio nazionale, è guidata sempre dall’obiettivo di essere il più vicino possibile alle esigenze del cliente; al momento di ragionare sulla Toscana non poteva che optare per l’apertura di una filiale a Siena.

Potrete incontrare i consulenti di Pitagora presso la filiale Viale Camillo Benso Cavour, 134 a poche centinaia di metri da Porta Camollia, a 2 km dall’uscita di Siena Nord del raccordo Firenze-Siena, la filiale è raggiungibile in pochi minuti dalla stazione ferroviaria con autobus urbani n° 4 o 10 la cui fermata è proprio di fronte alla filiale; gli orari di apertura al pubblico sono: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30. Potete anche contattarci telefonicamente allo 0577/600350.

Siena rappresenta, già solo dal suo nome, uno di quei punti fermi che, uniti tra loro, formano il disegno ideale dell’idea stessa di Italia nell’immaginario collettivo internazionale. Siena, prima ancora di essere una realtà fisica, è una suggestione emotiva, un luogo familiare perché indispensabile e imprescindibile nel quadro complessivo che compone la nostra stessa identità nazionale.

Cor magis tibi Sena pandit (Siena ti apre un cuore più grande) reca l’iscrizione su Porta Camollia, una delle vie di accesso delle antiche mura, e un vero tuffo al cuore, un’esplosione emotiva, coglie chiunque, dopo aver attraversato il reticolo di strette vie della città, d’improvviso, si imbatte nell’impensabile immensità di Piazza del Campo, è una tra le più intense vertigini dei sensi che possano accadere ad un viaggiatore.

Piazza del Campo è il cuore della città, la piazza di tutti, perché a tutti appartiene, unico luogo sul quale nessuna delle diciassette contrade che, nel senso più letterale e profondo, dividono la città, ha alcun diritto di appartenenza esclusivo, è quindi il territorio neutrale perfetto nel quale le secolari energie competitive e le storiche rivalità dei contradaioli possono trovare il loro memorabile momento di confronto.  Piazza del Campo è anzitutto la piazza del Palio, una conchiglia di meravigliosa integrità architettonica che diventa catino incandescente e pulsante durante le vibranti “carriere” di luglio e agosto.

Siena è anche il centro di un territorio che è ormai un marchio di eccellenza nel mondo, Le Terre di Siena custodiscono un ricco patrimonio di eccellenze artistiche, architettoniche e paesaggistiche e ospitano, oltre alla stessa città di Siena, i siti patrimonio Unesco di San Gimignano, Pienza e la Val d’Orcia.

Le colline del Chianti sono poi l’immagine stessa della campagna toscana, così come raccontata dalla letteratura e dal cinema, e oggi documentata dalle infinite esperienze individuali amplificate dai social media. Il “Chianti” è ormai da tempo meta di un turismo internazionale che spesso, folgorato da tanta bellezza, ha qui voluto investire per restare o ritornare.

Anche Pitagora ha voluto investire nel territorio di Siena, portando anche qui il suo spirito di imprenditorialità e il suo dinamismo che vogliono essere, anzitutto, uno stimolo alla circolazione dell’economia, un supporto affidabile e attento per le differenti scelte di investimento, certa che possa essere, per molti, la risposta più adatta alle esigenze di una società le cui dinamiche di consumo, di spesa e di investimento sono in costante evoluzione.