Faq&Info Pitagora

Fare i conti con un imprevisto, dover affrontare spese extra o essere obbligati ad acquisti urgenti. Sono tutte circostanze che possono spingere una persona a ragionare sulla possibilità di richiedere un finanziamento nonostante abbia già assunto l’impegno di un mutuo. La domanda che allora affiora alla mente è “Posso chiedere una cessione del quinto con un mutuo in corso?” Proviamo a rispondere a questo interrogativo sottolineando alcuni punti fondamentali da tenere in considerazione.

Cessione del quinto e mutuo: cosa c’è da sapere

In linea del tutto teorica, se il reddito di una persona è sufficiente per sostenere le rate di un mutuo e di una cessione del quinto insieme non sussiste alcun impedimento alla richiesta di una cessione del quinto da parte di un soggetto che hai in precedenza acceso un finanziamento per l’acquisto di un immobile. In concreto però la valutazione circa la possibilità di concedere il secondo finanziamento spetta alla banca o alla finanziaria a cui è rivolta la domanda, che devono procedere a un’analisi della situazione finanziaria del richiedente per capire se è sufficientemente affidabile per sostenere il peso economico determinato dal mutuo più il finanziamento anche in una logica di rata/reddito evitando il sovra indebitamento del cliente.

Cessione del quinto e mutuo: quando è possibile

Solitamente l’ammontare della rata mensile del mutuo concesso da una banca o da una finanziaria non deve eccedere il 30 % circa dello stipendio del mutuatario. In questo modo il soggetto richiedente conserva una parte di reddito sufficiente per far fronte alle spese ordinarie e straordinarie, quali bollette, manutenzione della casa, acquisti di cibo e di vestiario e altro. Se a questa valore si aggiunge la rata di una cessione del quinto, pari appunto al 20 per cento dello stipendio netto, alla fine del mese il soggetto richiedente vedrà le proprie entrate diminuite di circa il 50 per cento. Nella valutazione della situazione finanziaria di un soggetto che deve far fronte a un mutuo più un finanziamento contro cessione del quinto (ad esempio per un finanziamento auto) la banca o la finanziaria dovranno tener conto della quota di stipendio residua, verificando che sia sufficiente per consentire al richiedente di affrontare senza problemi le altre spese correnti. Se questa è la situazione, allora non vi sono particolari ragioni che possano impedire l’ottenimento di una cessione del quinto in aggiunta al mutuo.