Torino, maggio 2018 – Paolo Rossi, Direttore Partnership e Marketing di Pitagora S.p.A.  ha partecipato come relatore al “Leadership Forum Summer 2018” che si è tenuto a Roma il 23 maggio.

Leadership Forum Summer Edition è la manifestazione dedicata alla Consulenza Creditizia, quest’anno ha visto la presenza di autorevoli esponenti come Banca d’Italia con la partecipazione della dott.ssa Lucilla Asciano,  il dott. Calabrò Giovanni Direttore Generale per la tutela del consumatore, il dott. Antonio Catricalà  Presidente OAM e alcuni importanti rappresentanti delle banche e delle compagnie assicurative.

L’argomento trattato è stata la recente lettera di Banca d’Italia che ha pubblicato gli Orientamenti di vigilanza sui prestiti contro cessione del quinto dello stipendio, con cui si forniscono agli intermediari e al mercato precisazioni applicative dei principi contenuti nella normativa al fine di contrastare condotte improprie e promuovere l’adozione di comportamenti corretti nei confronti della clientela.

Gli Orientamenti intendono colpire le condotte non pienamente conformi ovvero elusive del quadro normativo, indicando agli intermediari i presidi organizzativi da rafforzare e gli interventi correttivi e migliorativi necessari nonché i comportamenti più virtuosi verso i quali tendere, senza ricadute in termini di costo per la clientela,  inoltre, sono volti  ad assicurare una maggiore tutela dei clienti attraverso la crescita della qualità delle relazioni e la riduzione del contenzioso. Essi esplicitano le basi dell’azione di controllo della Banca d’Italia e possono costituire un utile riferimento per risolvere le controversie che giungono all’Arbitro bancario finanziario.

Paolo Rossi durante il suo intervento ha trattato due argomenti principali, la rete distributiva, puntualizzando l’importanza di tutto il processo di creazione e gestione delle reti vendita (dirette – indirette, in partnership) che inizia con l’attività di recruiting, formazione, controllo, presidio, monitoraggio creando forme di incentivazione delle stesse (non solo quantitative ma anche qualitative) e la gestione del cliente finale, con il quale gli operatori del mercato devono sapere dialogare con logiche educative al “debito responsabile”. Il prodotto come noto permette l’inclusione di certi target che l’Industry deve sempre più conoscere ed ascoltare (con forme sempre più evolute di customer satisfaction e di education delle reti a favore del cliente stesso).