4

Si dice spesso che la cessione del quinto è una forma di finanziamento sicura e senza rischi. La legge però impone l’obbligo di un’assicurazione sulla cessione del quinto ogni volta che viene stipulato un contratto. Ecco una sintetica guida sull’argomento.

Assicurazione cessione del quinto: come funziona

Per poter ottenere da una banca o da una finanziaria una cessione del quinto è necessario sottoscrivere una polizza. Questo vuol dire che non può darsi un’ipotesi di cessione del quinto senza assicurazione collegata. L’assicurazione che deve essere sottoscritta è la cosiddetta “Polizza rischio vita”, che offre una garanzia sia all’istituto di credito che eroga il prestito sia al soggetto che lo richiede. Tale assicurazione consente infatti alla parte erogante il recupero del debito residuo in caso di decesso del contraente, permettendo al tempo stesso la tutela dei familiari di quest’ultimo, visto che in caso di decesso del debitore la parte residuale del finanziamento non andrà a pesare su di loro ma sarà completamente a carico della compagnia assicurativa. L’obbligo di questa assicurazione vale per la cessione del quinto della pensione  come per la cessione del quinto dello stipendio.

Assicurazione cessione del quinto: i lavoratori dipendenti

In aggiunta alla “Polizza rischio vita” i lavoratori dipendenti devono sottoscrivere anche una polizza contro il rischio di perdita di impiego. In questo modo, qualora il contraente perda il lavoro e il suo Tfr (Trattamento di fine rapporto) non sia sufficiente a coprire il debito residuo, l’assicurazione sulla cessione del quinto provvederà al rimborso del soggetto erogante.

Assicurazione cessione del quinto: quanto costa

Il costo dell’assicurazione sulla cessione del quinto dipende da una serie di parametri. Tra questi i più importanti sono sicuramente l’età del richiedente, visto che più è alta minore sarà l’aspettativa di vita, il tipo di azienda nella quale lavora e la durata del prestito. In ogni caso il costo della polizza è incorporato nel prezzo che ogni banca o soggetto erogante applica al finanziamento e quindi il cliente non dovrà preoccuparsi del relativo calcolo.